Carcinoma a cellule squamose della …

Carcinoma a cellule squamose della ...

da Nancy W. Burkhart, RDH, EdD
nburkhart@bcd.tamhsc.edu

Il vostro oggi paziente è una femmina di 55 anni. Rita è stato diagnosticato un carcinoma a cellule squamose della tonsilla. Il dentista è stato il trattamento Rita di recente per alcuni lavori di restauro prima del suo trattamento di radiazioni e ha suggerito un ridimensionamento e la profilassi prima del trattamento.

Rita ha una storia di consumo di alcol e fumo. Lei usa non prescrizione di farmaci, ma fa uso di antiacidi regolarmente per problemi legati al reflusso gastrico.

Figura 1. 55-year-old donna con una storia di entrambi uso di tabacco e alcol. più aree di displasia e carcinoma in situ. Carcinoma a cellule squamose della tonsilla sinistra. Per gentile concessione del Dr. Martin T. Tyler della McGill University Health Center. Clicca qui per ingrandire l’immagine

Si riporta nessuna storia familiare di cancro e si è considerato in buona salute (vedi Figura 1).

Figura 2. Carcinoma a cellule squamose della tonsilla. Per gentile concessione del Dr. Martin T. Tyler. McGill University Health Center Clicca qui per ingrandire l’immagine

Carcinoma a cellule squamose della tonsilla. Per gentile concessione del Dr. Martin T. Tyler, McGill University Health Center. Clicca qui per ingrandire l’immagine

Caratteristiche extraorali: ingrossamento dei linfonodi inferiori alla mandibola può essere notato quando vi è coinvolgimento linfonodale. I nodi sono solitamente fermo e noduli; che può o non può essere risolto. I pazienti possono lamentare difficoltà di deglutizione e di compensazione continua della gola.

caratteristiche periorali e intraorali: Il tonsille normale può essere poco chiari (avendo molte pieghe e crepe) con texture molto diverse che cambiano di volta in volta. Spesso, quando le tonsille sono molto criptico, la presenza di pietre (particelle di cibo e batteri) può notare, e la tonsilla può apparire più bulbosa con questi bianca di pietre gialle. L’aspetto distorta può mascherare altri problemi più gravi.

fotografie intraorali possono essere presi e utilizzati per il confronto futuro. Un’attenta valutazione deve essere eseguita e la documentazione intraorale è uno strumento diagnostico prezioso. Alcuni pazienti possono avere grandi tonsille che appaiono molto bulbosa maggior parte del tempo. Anche in questo caso, il medico deve valutare se questo è normale per ogni paziente particolare. Esaminando le tonsille del paziente e la zona dell’orofaringe ad ogni visita aiuti a stabilire i modelli normali per ogni singolo paziente.

Diagnosi differenziale: Tonsil allargamento può presentare come asimmetria così come l’allargamento bilaterale. allargamento asimmetrico della tonsilla dovrebbe essere visto con forte sospetto. Asimmetrico allargamento tonsille può causare problemi di sonno e ostruzione delle vie aeree come allargamento bilaterale seconda della portata del tessuto.

stati patologici come il linfoma possono causare distorsioni e bulbose tonsille pure. I casi segnalati di peritonsillare, adenoma pleomorfo che interessano il tonsille, e aneurisma carotide interna sono stati anche notato come gonfiori e considerazioni. Raffreddori, influenza, mal di gola, e altri stati patologici influenzano le tonsille e sono regolarmente osservati in studi dentistici.

Un’attenta messa in discussione del paziente è necessaria per determinare la gravità dei sintomi osservati. Le fotografie presentate in questo articolo rappresentano varie apparenze, ma tutti rappresentano carcinoma a cellule squamose della tonsilla (vedi figure 1, 2, e 3). Figura 2 ha più di un aspetto rivestito bianco, e la figura 3 ha un aspetto più eritematoso e ulcerate.

  • “Ritardo del paziente” è il tempo dalla prima comparsa dei sintomi alla visita iniziale a un dentista o medico.
  • “Ritardo Professional” è il tempo durante il quale il paziente è sotto cura professionale finché non viene effettuata una diagnosi definitiva.
  • “Ritardo totale” è la somma del ritardo paziente e il ritardo professionale insieme.

In conclusione, continuare a chiedere buone domande e ascoltare le risposte dei vostri pazienti.

Riferimenti

  1. American Cancer Society, http://www.cancer.org/docroot/home/index.asp
  2. El-Serag HB, Hepworth EJ, Lee P, Sonnenberg A. malattia da reflusso gastroesofageo è un fattore di rischio per il cancro della laringe e della faringe. Am. J Gastroenterol 2001 96: 7; 213-18.
  3. Cohan DM, Popat S, SE Kaplan, Rigual N, Loree T, Hicks Jr, WL. cancro orofaringea: la comprensione e la gestione corrente. Current Opinion in Otorinolaringoiatria & Chirurgia Cervico Facciale. 2009 17 (2): 88-94.
  4. Cooper MP, Smit CF, Stranojcic, LD, Devriese PP, Schouwenburg PF, Mathus-Vliegen LMH. Alta incidenza di laryngopharyngeal reflusso nei pazienti con tumore della testa e del collo. Laryngoscope 2000 110: 1007-1011.
  5. Dahlstrom KR, Little JA, Zafereo ME, Polmone M, Wei Q, Sturgis EM. Carcinoma a cellule squamose della testa e del collo a non fumatore-astemi: uno studio epidemiologico descrittivo. Capo & Neck-DOI. 1002 / Hed gennaio 2008.
  6. Gillespie MB, Smith J, K Gibbs, McRackan T, Rubinchik S, Giorno TA, papillomavirus Sutkowski N. umani e tumore della testa e del collo: una preoccupazione crescente. JSC Med Assoc. 2008 Dec; 104 (8): 247-51.
  7. Mercante G, Bacciu A, Ferri T, Bacciu S. reflusso gastroesofageo come possibile fattore co-promuovere lo sviluppo del carcinoma a cellule squamose del cavo orale, della laringe e della faringe. Acta Belg oto-rhino-laryngologica 2003, 57: 113-17.
  8. Ramar K. asimmetrica ingrandimento tonsillare e apnea ostruttiva del sonno. Sleep Medicine 2008, 9: 209-10.
  9. UKPO OC, Pritchett CV, Lewis JE, Weaver AI, Smith DI, Moore EJ. Papillomavirus Umano-associati orofaringei carcinomi a cellule squamose: massa tumorale primaria e la sopravvivenza nei pazienti chirurgici. Ann Otol Rhinol Laryngol. 2009 May; 118 (5): 368-73.
  10. Yu T, legno di recupero, Tenenbaum HC. I ritardi nella diagnosi di tumori della testa e del collo. JCDA.www.cda-adc.ca/jada74/issue-1/61.html.

Sito web

  1. Istituto Nazionale contro il cancro. Surveillance Epidemiology e risultati finali (SEER). Cancer Statistics Review, 1975 – 2005, Tabella XX-5a. Estratto 9 agosto 2009 da: http://seer.cancer.gov/index.html

Circa l’autore

Nancy W. Burkhart, BSDH, EDD, è un professore associato presso il Dipartimento di Parodontologia, Baylor College of Dentistry e The Texas A & M Health Science Center, Dallas. Dr. Burkhart è fondatore e co-conduttore del gruppo internazionale orale Lichen Planus Supporto http://www.bcd.tamhsc.edu/outreach/lichen/ e coautore di Patologia generale e orale per l’Igienista Dentale. Il suo sito web per i seminari è www.nancywburkhart.com/

Related posts

  • Oral cellulare carcinoma squamoso …

    Disturbi cardiovascolari clinici Disturbi Farmacologia Critical Care Medicine dentali dermatologica patologie dell’orecchio, disturbi naso e gola endocrini e disturbi metabolici Disturbi oculari …

  • I risultati di carcinoma a cellule squamose …

    INTRODUZIONE PAZIENTI E METODI una revisione retrospettiva dei casi note di 39 pazienti trattati in Infermeria testa e del collo unità Oxford Radcliffe con carcinoma a cellule squamose e avanzata …

  • Carcinoma a cellule squamose in situ …

    Testa astratta background e carcinoma a cellule squamose del collo di solito viene diagnosticata in fase avanzata, e la prognosi per i pazienti con questo tipo di tumore maligno è scarsa. Rilevazione di questi …

  • rischio di metastasi di carcinoma a cellule squamose

    Astratte 1. INTRODUZIONE fattori ad alto rischio (pazienti spesso hanno molteplici fattori ad alto rischio presenti). Nonostante alcune limitazioni, i pazienti ad alto rischio CSCC possono essere identificati e medici …

  • Carcinoma a cellule squamose – Registered …

    da Nancy W. Burkhart, RDH, studio EdD Caso nburkhart@bcd.tamhsc.edu: Il paziente oggi è una femmina di 47 anni, Rose, che è stato un paziente di record con il vostro ufficio per gli ultimi 10 anni .. ..

  • Carcinoma a cellule squamose in situ …

    Qual è il carcinoma a cellule squamose in situ? Carcinoma a cellule squamose in situ, chiamato anche come malattia di Bowen, è la fase precoce del cancro della pelle. Nel caso in cui vi state chiedendo cosa “in situ”, si …