Selezione di un apporto di ossigeno …

Selezione di un apporto di ossigeno ...

Ristampato dal numero di giugno 2002 del R ESPIRATORY C sono [Cura Respir 2002; 47 (6): 707–716]

AARC Clinical Practice Guideline

Selezione di un dispositivo di ossigeno di consegna per neonatali e pediatrici pazienti – 2002 Revisione & Aggiornare

NPODD 1.0 PROCEDURA:
La scelta di un sistema di erogazione di ossigeno per pazienti neonatali e pediatrici include pazienti con e senza vie respiratorie artificiali.

NPODD 3.0 IMPOSTAZIONE:
dispositivi di erogazione di ossigeno sono utilizzati in una serie di impostazioni tra cui ospedali, cliniche, strutture di assistenza estesi, la casa, e mezzi di trasporto dei pazienti.

NPODD 4.0 INDICAZIONI:
La selezione di un dispositivo di erogazione di ossigeno è indicato con:

4.1 ipossiemia documentato (17,18) 4.2 una situazione acuta in cui si sospetta ipossiemia o in cui sospetta ipossia regionale può rispondere ad un aumento PaO2 . Prova della PaO2 è richiesto entro un congruo periodo di tempo dopo l’inizio della terapia. (17,18)

NPODD 5.0 ​​CONTROINDICAZIONI:

NPODD 6.0 PERICOLI / PRECAUZIONI / POSSIBILI COMPLICANZE:

NPODD 7.0 LIMITAZIONI:

8.1 cannule nasali, cateteri nasofaringeo, e cateteri transtracheali vengono utilizzati quando la necessità esiste per: 8.1.1 fornire a basso livello di ossigeno supplementare al neonato o un bambino; ​​(57) 8.1.2 nutrire il bambino senza interrompere il trasporto di ossigeno, (6,77,78) 8.1.3 aumentare la mobilità. (6,77,78) 8.2 maschere di ossigeno semplici sono utilizzati per fornire supplementare O2 nella gamma moderata (0,35-0,50, a seconda delle dimensioni e della ventilazione minuto) per brevi periodi di tempo (ad esempio, durante le procedure, per il trasporto, in situazioni di emergenza). (14,18,79) 8.3 maschere di ri-respirazione parziali sono utilizzati per conservare l’apporto di ossigeno quando le concentrazioni più alte (FIO2 gt; 0.4, lt; 0.6) sono garantiti (ad esempio, durante il trasporto). (14,18,62,79) 8.4 maschere non ri-respirazione sono utilizzati per fornire le concentrazioni gt; o = 0.60 o concentrazioni specifiche (come da un frullatore). (1,18,79) 8.5 maschere aria di trascinamento forniscono un flusso di gas di concentrazione prefissata precisa di ossigeno (24-40%) (12,57,66-68) che supera flusso inspiratorio del paziente. Con l’impostazione del 50%, il flusso totale del dispositivo potrebbe non incontrare il flusso inspiratorio. (18,79) 8.6 nebulizzatori aria di trascinamento, anche se non è raccomandato, possono essere utilizzati quando alti livelli di umidità o di aerosol sono desiderati (come con un vie aeree superiori bypassato). (51,80) Il dispositivo di applicazione del paziente può essere un collare tracheostomia, faccia tenda, maschera aerosol , o soffiare-by. (13,18,68) 8.7 Cappe sono utilizzati per fornire 8.7.1 controllato FIO2 in neonati e bambini piccoli, (10) 8.7.2 controllato FIO2 e / o una maggiore umidità riscaldata a pazienti che non tollerano altri dispositivi; 8.7.3 controllato FIO2 quando il torace, l’addome e le estremità devono essere accessibili a operatori sanitari; (10) 8.7.4 le concentrazioni di ossigeno necessari per la sfida di ossigeno (iperossia) test nel neonato che respira spontaneamente. 8.8 adattatori tracheostomia ossigeno, che può o non può essere unita ad HME, vengono utilizzati per fornire ossigeno per tracheostomia. (55)

NPODD 10.0 RISORSE:

NPODD 11.0 MONITORAGGIO:

NPODD 12.0 FREQUENZA:

Nota: E ‘il parere di esperti del comitato direttivo linee guida pratica clinica (2002) che alcuni dispositivi che sono applicabili alla popolazione pediatrica non sono appropriate per la popolazione neonatale.

pubblicazione originale: Respir Cura 1996; 41 (7): 637-646.

Riferimenti

  1. Branson RD. sistemi di erogazione del gas: regolatori, misuratori di portata e dispositivi di terapia. In: Branson RD, Hess DR, Chatburn RL, redattori. apparecchiature di assistenza respiratoria, 2a ed. Philadelphia: Lippincott Williams & Wilkins; 1999: 55-85.
  2. Kumar H, Antony TJ, ossigenoterapia Sharma D. nella pratica pediatrica. Indiana Pediatr 1993; 30 (1): 117-121.
  3. Monin P, Vert P. La gestione della displasia broncopolmonare. Clin Perinatol 1987; 14 (3): 531-549.
  4. Ooi R, P Joshi, la valutazione Soni N. An della fornitura di ossigeno con cannula nasale. Anestesia 1992; 47 (7): 591-593.
  5. Shann F, Gatchalian S, Hutchinson R. rinofaringeo ossigeno nei bambini. Lancet 1988; 2 (8622): 1238-1240.
  6. Guilfoile T, Dabe K. nasale terapia catetere di ossigeno per i neonati. Respir Cura 1981; 26 (1): 35-40.
  7. Hess DR, Branson RD. sistemi di erogazione del gas: umidificazione. In: Branson RD, Hess DR, Chatburn RL, redattori. apparecchiature di assistenza respiratoria, 2a ed. Philadelphia: Lippincott Williams & Wilkins; 1999: 101-132.
  8. Crimlisk JT, Murray SV. sistemi home ossigeno-umidità per un bambino di ossigeno-dipendente con tracheostomia: un caso clinico. Respir Cura 1988; 33 (12): 1117-1124.
  9. Hoffman LA. nuove strategie per l’ossigeno consegna: cannula serbatoio, il flusso della domanda, e la somministrazione di ossigeno transtracheale. Respir Cura 1994; 39 (4): 363-377.
  10. Thalken FR. La terapia gas medicali. In: Scanlan CL, Spearman CB, Sheldon RL, redattori. fondamenti di Egan di assistenza respiratoria. St Louis: Mosby; 1990: 606-632.
  11. Milross J, giovane IH, Donnelly P. Le caratteristiche di erogazione di ossigeno del Hudson Oxy-one maschera. Anaesth Intensive Care 1989; 17 (2): 180-184.
  12. Scacci R. aria di trascinamento maschere: getto di miscelazione è come funzionano; i principi di Bernoulli e Venturi sono il modo in cui non lo fanno. Respir Cura 1979; 24 (10): 928-931.
  13. Gramlich T. Ossigenoterapia. In: assistenza respiratoria perinatale e pediatrica. Barnhart SL, editori Czervinske MP. Philadelphia: WB Saunders; 1995: 156-179.
  14. McPherson SP. Regolazione del gas, l’amministrazione, e dispositivi di regolazione. In: McPherson SP, editore. Attrezzatura per terapia respiratoria. St Louis: Mosby; 1990: 50-78.
  15. Hill TV, Sorbello JG. uscite di umidità di nebulizzatori grande serbatoio. Respir Cura 1987; 32 (4): 255-260.
  16. Thiebault DW, Gregory GA, redattori. cura polmonare neonatale, 2a ed. Menlo Park CA: Addison-Wesley; 1986.
  17. Higgins TL, Yared J-P. Effetti clinici di ipossiemia e ipossia tissutale. Respir Cura 1993; 38 (6): 603-615; discussione 615-617.
  18. American Association for Respiratory Care. L’ossigenoterapia in terapia intensiva – 2002 di revisione e aggiornamento: AARC Clinical Practice Guideline. Respir Cura 2002; 47 (6): xxx-xxx.
  19. Gregory JA, Turner PT, Reynolds AF. Una complicazione di intubazione naso-gastrico: la penetrazione intracranica. J Trauma 1978; 18 (12): 823-824.
  20. Fremstad JD, Martin SH. complicanza letale da inserimento del sondino naso-gastrico, dopo una grave frattura della base cranica. J Trauma 1978; 18 (12): 820-822.
  21. Czervinske MP. pressione positiva continua. In: Koff PB, Eitzman D, Neu J, redattori. assistenza respiratoria neonatale e pediatrica, 2a ed. St Louis: Mosby; 1993: 265-284.
  22. Annest SJ, Gottlieb M, Paloski WH, Stratton H, Newell JC, Dutton R, Potenza SR Jr. effetti dannosi della rimozione di pressione di fine espirazione prima endotracheale estubazione. Ann Surg 1980; 191 (5): 539-545.
  23. Berman LS, Fox WW, Raphaely RC, Downs JJ Jr. livelli ottimali di CPAP per tracheale dei neonati. J Pediatr 1976; 89 (1): 109-112.
  24. Smith RA. PEEP fisiologica. Respir Cura 1988; 33 (7): 620-629.
  25. Feto e del neonato Comitato delle AAP. Considerazioni cliniche nell’uso di ossigeno. In: Freeman RK, Polonia RL, Hauth JC, Merenstein GB, redattori. Linee guida per l’assistenza perinatale. Elk Grove Village, IL: American Academy of Pediatrics e dell’American College of Ostetrici e ginecologi; 1992: 197-203.
  26. El-Lessy HN. Controllo vascolare polmonare nella sindrome di sinistra-centro ipoplasico: terapia hypoxic- e ipercapnia-gas. Respir Cura 1995; 40 (7): 737-742.
  27. Riordan CJ, Randsbeck F, Storey JH, Montgomery WD, Santamore WP, 3 ° Austin EH. Effetti di ossigeno, pressione positiva di fine espirazione, e l’anidride carbonica in ossigeno consegna in un modello animale del cuore univentricolare. J Thorac Cardiovasc Surg 1996; 112 (3): 644-654.
  28. Giorno RW, Barton AJ, Pysher TJ, Shaddy RE. Resistenza vascolare polmonare dei bambini trattati con azoto durante la prima infanzia. Ann Thorac Surg 1998; 65 (5): 1400-1404.
  29. Fairshter RD, Rosen SM, Smith WR, Glauser FL, McRae DM, Wilson AF. avvelenamento da paraquat: nuovi aspetti della terapia. Q J Med 1976; 45 (180): 551-565.
  30. Ingrassia TS 3rd, Ryu JH, Trastek VF, Rosenow EC 3 °. Ossigeno-esacerbato tossicità polmonare bleomicina. Mayo Clin Proc 1991; 66 (2): 173-178.
  31. Bongianni F, Corda M, Fontana G, Pantaleo T. Influenze di stimolazione superiore afferenti laringeo sull’attività espiratorio nei gatti. J Appl Physiol 1988; 65 (1): 385-392.
  32. Rotschild A, D Schapira, Kuyek N, Solimano A. Valutazione delle cannule nasali di nuova concezione a basso flusso di ossigeno ai neonati. Respir Cura 1989; 34 (9): 801-804.
  33. McLaughlin AJ Jr. dermatite allergica da contatto da cannule dell’ossigeno. Respir Cura 1980; 25 (10): 1024-1026.
  34. Weber MW, Palmer A, Oparaugo A, Mulholland EK. Confronto di rebbi nasali e del rinofaringe catetere per l’erogazione di ossigeno nei bambini con ipossiemia a causa di una infezione del tratto respiratorio inferiore. J Pediatr 1995; 127 (3): 378-383.
  35. Locke RG, Wolfson MR, Shaffer TH, Rubenstein SD, Greenspan JS. somministrazione accidentale di pressione di fine distensione positivo durante il flusso cannula nasale. Pediatrics 1993; 91 (1): 135-138.
  36. Sreenan C, Lemke RP, Hudson-Mason A, Osiovich H.-alto flusso cannule nasali nella gestione di apnea della prematurità: un confronto con convenzionale pressione positiva continua nasale. Pediatrics 2001; 107 (5): 1081-1083.
  37. Courtney SE, Pyo, KH, Saslow JG, Arnold GK, Pandit PB, Habib RH. reclutamento polmonare e modello di respirazione durante variabile rispetto continuo flusso nasale pressione positiva continua nei neonati prematuri: una valutazione di tre dispositivi. Pediatrics 2001; 107 (2): 304-308.
  38. Frenckner B, Ehrn H, K Palmr, Norn G. pneumocefalo causati da un catetere di ossigeno nasofaringeo. Crit Care Med 1990; 18 (11): 1287-1288.
  39. Scatola di legno L, Degefu H, Worku B, Oljira B, Mulholland EK. Confronto di cannule nasali con cateteri nasali nella consegna di ossigeno per bambini con ipossia. J Trop Pediatr 1998; 44 (6): 365-368.
  40. Adamo JP, Mehta AC, Stelmach K, Meeker D, Riso T, Stoller JK. l’esperienza iniziale di The Cleveland Clinic con l’ossigenoterapia transtracheale. Respir Cura 1990; 35 (2): 153-160.
  41. Crouser JI Jr, Make BJ. infezioni del tratto respiratorio complicare ossigenoterapia transtracheale. Petto 1992; 101 (1): 273-275.
  42. Burton GG, Wagshul FA, Henderson D, Kime SW. ostruzione fatale causata da una palla da mucosa transtracheale catetere ossigeno. Petto 1991; 99 (6): 1520-1523.
  43. Punzal PA, Myers R, Ries AL, Harrell JH 2 °. la resezione del laser di tessuto di granulazione secondaria a transtracheale catetere ossigeno. Petto 1992; 101 (1): 269-271.
  44. Roth BJ, Irvine TW, Liening DA, Duncan NO, Cragun WHC. compromissione respiratoria acuta derivante da tracheale impaction mucosa secondaria ad un catetere di ossigeno transtracheale. Petto 1992; 101 (5): 1465-1466.
  45. Kacmarek RM. Metodi di apporto di ossigeno in ospedale. Probl Respir Cura 1990; 3: 563-574.
  46. Jensen AG, Johnson A, Sandstedt S. Rebreathing durante il trattamento di ossigeno con maschera: l’effetto dei tassi di flusso di ossigeno sulla ventilazione. Acta Anaesthesiol Scand 1991; 35 (4): 289-292.
  47. Beckham RW, Mishoe SC. I livelli sonori all’interno di incubatori e cappe di ossigeno utilizzati con nebulizzatori e umidificatori. Respir Cura 1982; 27 (1): 33-40.
  48. Reinarz JA, Pierce AK, Mays BB, Sanford JP. Il ruolo potenziale delle apparecchiature terapia inalatoria nelle infezioni polmonari nosocomiali J Clin Invest 1965; 44: 831-839.
  49. Pierce AK, Sanford JP, Thomas GD, Leonard JS. la valutazione a lungo termine di decontaminazione degli apparecchi di inalazione-terapia e l’insorgenza di polmonite necrotizzante. N Engl J Med 1970; 282 (10): 528-531.
  50. Stati Uniti Dipartimento di Salute e Servizi Umani, servizi sanitari pubblici, Centers for Disease Control. Linee guida per la prevenzione della polmonite nosocomiale e lo schema di classificazione delle linee guida. Atlanta: CDC, 1982.
  51. American Association for Respiratory Care. AARC pratica clinica linee guida: aerosolterapia Bland. Respir Cura 1993; 38 (11): 1196-1199.
  52. Cervello J. Aerosol e la terapia di umidità. Am Rev Respir Dis 1980; 122 (5 Pt 2): 17-21.
  53. Scopes JW, Ahmed I. Gamme dei temperature critiche nei neonati malati e prematuri. Arch Dis Child 1966; 41: 417-419.
  54. Lanska MJ, Silverman R, Lanska DJ. infezioni fungine cutanee associate a trattamento prolungato in cappe di ossigeno umidificati (lettera). Pediatr Dermatol 1987; 4 (4): 346.
  55. Duncan A. L’uso di umidificatori condensatore usa e getta nei bambini (lettera). Anaesth Intensive Care 1985; 13 (3): 330.
  56. Schramm VL Jr, Mattox DE, Sgabello SE. gestione acuta del laser acceso esplosione intratracheale. Laryngoscope 1981; 91 (9 Pt 1): 1417-1426.
  57. Fan LL, Voyles JB. Determinazione di ossigeno inspirato formulato cannula nasale nei neonati con malattie polmonari croniche. J Pediatr 1983; 103 (6): 923-925.
  58. Vain NE, LM prudente, Stevens DP, Weeter MM, Maisels MB. Regolamento della concentrazione di ossigeno consegnato a lattanti attraverso cannule nasali. Am J Dis Child 1989; 143 (12): 1458-1460.
  59. Finer NN, Bates R, Tomat P. Basso flusso di trasporto di ossigeno attraverso la cannula nasale per neonati. Pediatr Pulmonol 1996; 21 (1): 48-51.
  60. Thilo EH, Comito J, McCulliss D. casa ossigeno terapia nel neonato: i costi e l’accettazione dei genitori. Am J Dis Child 1987; 141 (7): 766-768.
  61. Poulton TJ, Comer PB, Gibson RL. le concentrazioni di ossigeno tracheali con una cannula nasale durante la respirazione orale e nasale. Respir Cura 1980; 25 (7): 739-741.
  62. Kory RC, Bergmann JC, dolce RD, Smith JR: la valutazione comparativa delle tecniche di terapia di ossigeno. JAMA 1962; 179 (10): 767-772.
  63. Gibson RL, Comer PB, Beckham RW, McGraw CP. Le concentrazioni di ossigeno tracheale effettivi con attrezzature di ossigeno comunemente usato. Anesthesiology 1976; 44 (1): 71-73.
  64. Dunlevy CL, Tyl SE. L’effetto del orale contro la respirazione nasale sulle concentrazioni di ossigeno ricevuta dal cannule nasali. Respir Cura 1992; 37 (4): 357-360.
  65. Givan DC, Wylie P. casa ossigeno terapia per i neonati e bambini. Indiana Med 1986; 79 (10): 849-853.
  66. Cox D, Gillbe C. maschere di ossigeno prestazioni fisso: pericolo di ipossia di farmaci a bassa capacità. Anestesia 1981; 36 (10): 958-964.
  67. Woolner DF, analisi Larkin J. Una delle prestazioni di un venturi di tipo maschera di ossigeno variabile. Anaesth Intensive Care 1980; 8 (1): 44-51.
  68. Amar D, Brodman LE, Winikoff SA, Hollinger I. Un sistema di erogazione di ossigeno alternativa per i neonati e bambini nel reparto di terapia post-anestesia. Can J Anaesth 1991; 38 (1): 49-53.
  69. Mishoe SC, Brooks CW Jr, Dennison FH, Hill KV, Frye T. Octave lunghezza d’onda l’analisi per determinare le frequenze sonore e le intensità prodotte da nebulizzatori e umidificatori utilizzati con cappucci. Respir Cura 1995; 40 (11): 1120-1124.
  70. Branson RD, Hurst JM. Gli esami di laboratorio di uscita umidità di sette scambiatori di calore delle vie aeree e di umidità. Respir Cura 1987; 32 (9): 741-747.
  71. Gedeon A, Mebius C, Palmer K. neonatale igroscopico condensatore umidificatore. Crit Care Med 1987; 15 (1): 51-54.
  72. Mapleson WW, Morgan JG, Hillard EK. Valutazione del condensatore-umidificatori con particolare riferimento ad un modello a più garza. Br Med J 1963; 1: 300-305.
  73. Shelly M, Bethune DW, Latimer RD. Un confronto di cinque calore e di umidità. Anestesia 1986; 41 (5): 527-532.
  74. American Association for Respiratory Care.AARC pratica clinica linee guida: il monitoraggio dei gas del sangue transcutaneo per i pazienti neonatali e pediatrici. Respir Cura 1994; 39 (12): 1176-1179.
  75. American Association for Respiratory Care. AARC pratica clinica linee guida: pulsossimetria. Respir Cura 1991; 36 (12): 1406-1409.
  76. Nelson LD. La valutazione dell’ossigenazione: indici di ossigenazione. Respir Cura 1993; 38 (6): 631-640; discussione 641-645.
  77. Pinney MA, cotone EK. gestione casa di displasia broncopolmonare. Pediatrics 1976; 58 (6): 856-859.
  78. Voyles JB. displasia broncopolmonare. Am J Nurs 1981; 81 (3): 510-514.
  79. Redding JS, McAfee DD, Gross CW. Le concentrazioni di ossigeno ricevuti da sistemi di erogazione comunemente usati. Sud Med J 1978; 71 (2): 169-172.
  80. Norme per la diagnosi e la cura dei pazienti affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e l’asma. Questa dichiarazione ufficiale della American Thoracic Society è stato adottato dal Consiglio di Amministrazione ATS, novembre 1986. Am Rev Respir Dis 1987; 136 (1): 225-244.
  81. Campbell EJ, Baker MD, Crites-Silver P. effetti soggettivi di umidificazione di ossigeno per la consegna di cannule nasali: uno studio prospettico. Petto 1988; 93 (2): 289-293.
  82. Lucas J, J Golish, sheeper G, O’Rayne J. casa di cura respiratoria. East Norwalk CT: Appleton & Lange; 1987.
  83. Benaron DA, Benitz WE. Massimizzare la stabilità di ossigeno distribuito mediante cannula nasale. Arch Pediatr Adolesc Med 1994; 148 (3): 294-300.
  84. O’Donohue WJ Jr, Baker JP. Controllata di ossigeno a basso flusso nel trattamento dell’insufficienza respiratoria acuta. Petto 1973; 63 (5): 818-821.
  85. Zinman R, Franco I, sistema di Pizzuti-Daechsel R. casa apporto di ossigeno per i neonati. Pediatr Pulmonol 1985 1 (6): 325-327.
  86. Hess DR, Branson RD. Non invasiva apparecchiature di monitoraggio delle vie respiratorie. In: Branson RD, Hess DR, Chatburn RL, redattori. apparecchiature di assistenza respiratoria, 2a ed. Philadelphia: Lippincott Williams & Wilkins 1999: 247-282.
  87. Jennis MS, Peabody JL. Pulsossimetria: un metodo alternativo per la valutazione dell’ossigenazione nei neonati. Pediatrics 1987; 79 (4): 524-528.
  88. American Academy of Pediatrics, American College of Ostetrici e ginecologi. Linee guida per la cura perinatale, 2a ed. 1988: 246-247.
  89. Salyer JW, Chatburn RL. I modelli di pratica nella cura respiratoria neonatale e pediatrica. Respir Cura 1990; 35 (9): 879-888.
  90. Speidel BD. Gli effetti avversi di procedure di routine sui neonati prematuri. Lancet 1978; 1 (8069): 864-866.
  91. Lungo JG, Philip AGS, Lucey JF. la manipolazione eccessiva come causa di ipossiemia. Pediatrics 1980; 65 (2): 203-207.
  92. Aggiornamento: precauzioni universali per la prevenzione della trasmissione del virus dell’immunodeficienza umana, il virus dell’epatite B, e altri patogeni ematici in strutture sanitarie. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 1988; 37 (24): 377-382, 387-388.
  93. Dooley SW Jr, Castro KG, Hutton MD, Mullan RJ, Polder JA, Snider Linee guida Jr. DE per prevenire la trasmissione della tubercolosi in strutture sanitarie, con particolare attenzione alle problematiche legate all’HIV. MMWR Raccom Rep 1990; 39 (RR-17): 1-29.
  94. Seigel D, Romo B. uso esteso di serbatoi umidificatore preriempite e la probabilità di contaminazione. Respir Cura 1990; 35 (8); 806-810.
  95. Golar SD, Sutherland LLA, Ford GT. l’uso multipaziente di preriempite usa e getta umidificatori di ossigeno per un massimo di 30 giorni: la sicurezza del paziente e l’analisi dei costi. Respir Cura 1993; 38 (4): 343-347.
  96. Tablan OC, Anderson LJ, Arden NH, Breiman RF, Butler JC, McNeil MM, e l’infezione Ospedale di controllo pratiche comitato consultivo. Centers for Disease Control. Linee guida per la prevenzione della polmonite nosocomiale. Respir Cura 1994; 39 (12): 1191-1236.
  97. SCOOP transtracheale guida clinico ossigeno terapia. Englewood CO; Transtracheale Sistemi 1990.

Le persone interessate possono copiare queste linee guida per scopi non commerciali di avanzamento scientifico o educativo. Si prega di credito AARC e Respiratory Care Journal.

Ristampato dal numero di giugno 2002 del R ESPIRATORY C sono [Cura Respir 2002; 47 (6): 707–716]

Related posts

  • Ossigenoterapia, terapia endovenosa ossigeno.

    Ossigenoterapia Dispositivi di ossigeno consegna Maschera semplice per situazioni acute e molto uso del flusso di O2 a breve termine deve essere impostato ad un minimo di 10L / m per facilitare la clearance di CO2 cannula nasale offre una bassa …

  • Ossigenoterapia, BPCO linee guida di terapia di ossigeno.

    Linee guida per l’ossigeno terapia per la malattia cronica ostruttiva (BPCO) e altre malattie polmonari croniche Cigna, J. A. Turner-Cigna, L. M. (2005). Riabilitazione per il paziente assistenza domiciliare …

  • Ossigeno per Mancanza di respiro …

    La terapia di ossigeno può migliorare la respirazione problemi connessi con BPCO? Mancanza di respiro è il sintomo segno distintivo della malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) e si verifica a causa del restringimento …

  • La terapia di ossigeno per i pazienti con BPCO, i livelli di ossigeno BPCO.

    Presso l’Istituto delle vie respiratorie (Dr Stoller), Dipartimento di polmonare e Critical Care Medicine, Cleveland Clinic Foundation, Cleveland, OH; Polmonare, Critical Care, e la divisione di sonno (Dr …

  • Ossigenoterapia, che cosa è la terapia di ossigeno.

    Molti bambini, soprattutto i neonati prematuri, hanno difficoltà di respirazione o di ottenere abbastanza ossigeno dall’aria che li circonda. Ossigenoterapia può essere utilizzato per aiutare questi piccoli pazienti a loro …

  • Ossigeno uccidere o curare Prehospital …

    Astratta Parole chiave: trattamento preospedaliero, iperossia, BPCO ossigeno è senza dubbio l’agente terapeutico più diffuso utilizzato in ambiente preospedaliero cura. reazioni metaboliche che avvengono con …